Franco Zeri

SCRIVI

NEWS

INFO

MAPPA


SCIENZA DEL COLORE

Scienza del colore

Le caratteristiche GATF (Graphic Art Technical Foundation);

IERI
Anni 60
Anni 70
Anni 80
Anni 90
OGGI


STORIA DELLA COMUNICAZIONE VISIVA

DIGITAL OPERA

WEB STYLE

ALERT !

Problem determination

Biografia

Colorimetria

Sintesi Additiva e Sottrattiva
RGB -CMYK


CIE

Munsell

HSW - HSB

DIN

NCS

GAFT

Pantone

GRAFICO SISTEMI

Norme (GATF) che caratterizzano un colore da stampa.

Queste norme allegate agli inchiostri dai fabbricanti serviranno al tecnico fotocromista a valutare i colori della quadricromia in relazione alla stampa.



Il cerchio dei colori GAFT in cui l'errore di tinta è determinato dalla posizione dei colori nella circonferenza.I colori puri teoricamente sono collocati nel perimetro del cerchio. Mentre quelli reali risultano inquinati.Il magenta risulta il più ingrigito dei colori base.




Gli inchiostri inquinati sono sopratutto 2:
- il Cyan è inquinato dalla presenza del magenta e dal giallo;
- il magenta è inquinato dalla presenza del giallo e dal Cyan;
- il giallo ha bassissimo livello di inquinamento.

I tecnici del GATF hanno messo a punto 4 caratteristiche, positive negative, degli inchiostri:
1. la forza
2. l’efficacia
3. l’errore di tinta
4. l’errore di purezza

La forza è il potere stampante di un’inchiostro.
Conoscendo in precedenza la forza degli inchiostri, sapremo che sovrapponendo per esempio il giallo al magenta risulterà un rosso giallastro, perché il giallo è più forte del magenta.

L'efficacia è la capacità di un’inchiostro di riflettere al massimo le radiazioni luminose.
L’inchiostro cyan ha un forte assorbimento indebito nella zona spettrale del verde e del blu, quindi risulta sul piano luminoso meno efficace.

L’errore di tinta di un’inchiostro deriva da una riflessione non equilibrata dei colori che dovrebbero essere riflessi in misura uguale.
Il cyan ha una prevalenza di riflessione del blu, rispetto al verde spettrale, quindi apparirà più bluastro e più scuro.

L’errore di purezza è la percentuale di grigio contenuta nell’inchiostro. Quindi l’inchiostro magenta risulta più inquinato e grigiastro perché contiene una parte di giallo e una piccola quantità di cyan.

L’inquinamento degli inchiostri provoca una deviazione del colore nella stampa, rispetto all’originale, di cui bisognerà tener conto. Infatti la stampa per queste ragioni è fedele rispetto all’originale del 70/80%.
Conoscendo queste caratteristiche GATF si possono apportare delle correzioni in fase di selezione.
Per il controllo di queste caratteristiche ogni stampato di prova (progressiva) riporta nel margine inferiore o laterale della carta, una fascia dove si possono leggere i dati GATF.

Il secondo punto riguarda le differenze di risultato cromatico tra il mezzo di colorazione adottato nell’originale, e la traduzione di questo nel sistema della stampa.


Nella figura la strisca di controllo colore della Dupont